Tornare a sentire quel profumo, quel sapore, che ci riporta indietro nel tempo e che ci fa sentire a casa ovunque noi siamo.

lunedì 21 settembre 2015

Ciammellotto al cioccolato, ovvero ciambellone rustico marchigiano

Ciambellone, ciammella, ciammellotto...qualunque sia il suo nome è forse il dolce più conosciuto ed apprezzato in tutta la regione Marche.
Il dolce della domenica, ma una fetta di ciammella profumata col Varnelli non poteva mancare in occasione della trebbiatura; ottimo anche per accompagnare, durante la vendemmia un po' di acquaticcio, era sempre lui, che una volta sfornata una teglia di  vincisgrassi e una stanata di carne , la vergara lo preparava per sfruttare il calore residuo del forno a legna.
C'è quello dalla forma classica il ciammellone semplice, oppure reso più goloso dall'aggiunta di uvetta, gocce di cioccolato, c'è il ciammellotto rustico, praticamente un biscottone secco da inzuppo, nel latte nel thè ma mi dicono che la morte sua sia con il vin cotto;  non può mancare la ciammella morbida che poi diventa, con l'inserimento della ricotta, la ciammella alla ricotta.
Quello che vi propongo oggi è il ciammellotto di casa mia, reso goloso grazie ad una generosa spalmata di crema alle nocciole e cacao.
Ho semplicemente tolto un po' di zucchero dalla vecchia ricetta per compensare il ricco ripieno.
Si tratta veramente di un dolce semplicissimo, ottimo per la prima colazione.






Ingredienti

  • 2 uova intere (circa 110 g in totale)
  • 100 g zucchero semolato
  • 100 g di burro fuso ma non bollente
  • 75 ml di latte intero fresco
  • 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia o i semini di una bacca
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 500 g di farina 00 
  • crema di nocciole a piacere ( ma potrebbe essere anche confettura..)
  • latte per la superficie
  • zucchero in granella

Preparazione
In una ciotola rompete le uova unite lo zucchero e mescolate con una frusta, aggiungete ora il burro fuso, mi raccomando non deve essere bollente; poi di seguito il latte, la vaniglia, sempre utilizzando la frusta affinché l'impasto diventi omogeneo.
A parte mescoliamo e setacciamo la farina con il lievito, poi uniamo al resto dell'impasto già preparato.
Ne risulterà un composto piuttosto sodo, simile ad una classica frolla, che con l'aiuto di un foglio di carta forno e del mattarello stenderemo allo spessore di circa 1/2 cm cercando di realizzare un rettangolo.
Ora non resta che spalmare la crema scelta, in uno strato uniforme  lasciando uno spazio libero tutto intorno, considerando che andremo ad avvolgere il tutto.



 formando un rotolo con la chiusura posizionata sotto.




Poi con un po' di latte pennelliamo la superficie e decoriamo con zucchero a granella.



Cottura

Forno preriscaldato a 170° per 35 minuti circa.
Allora che aspettate?

12 commenti:

  1. anche io l'ho preparata tmepo fa è sempre una gioia vedere questa ciammella,da rifare,grazie cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, la voglio vedere la tua ciammella!!!!
      grazie

      Elimina
  2. Dona..noi lo chiamiamo " Ciambelò" era il preferito del mio pappà..!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Patrizia, è incredibile i tanti nomi che si danno a questo dolce...lo conoscono tutti!!!!
      grazie

      Elimina
  3. ma che buonooooo! per una colazione così... farei pazzie!
    questo me lo segno, da fare sicuramente
    grazie
    a presto

    RispondiElimina
  4. Sono marchigiana, conosco questo ciambellone è una semplice delizia, vi consiglio di provare a farlo ^_^ grazie Donatella per la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      felice di conoscerti e viva le Marche.

      Elimina
  5. Wow, grazie!! Non lo mangio da una vita. Ora è in forno.

    RispondiElimina
  6. Appena preparato, ho usato però 60 gr di burro.. non vedo l'ora di farci colazione domattina

    RispondiElimina
  7. Lo provo domani... ho tutto. Grazie

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...